L’arte di un allenatore di successo: Max Allegri

Quando non mangio biscotti scrivo cose, anche romanzi.

Lascia un commento

Commenta come ospite.

    1. Hai visto? Un anno che mi stressi che scrivo minchiate e alla fine tieni qua fattelo bastare per tutta l’estate.

  1. Ottimo storytelling, scritto egregiamente, l’ho apprezzato anche se non sono juventino. Allegri è un grande personaggio oltre che un bravo allenatore, le critiche fanno parte del calcio ma saperle accettare gli fa molto onore.

    1. Ciao Emilio, grazie. A trent’anni conoscere personaggi come Max Allegri mi ha fatto capire un lato del calcio che non conoscevo ancora. In un mondo dove tutti fanno a gara a pugnalarsi alle spalle urlando lui si defila prendendoli per pazzi.

  2. Porca puttana che pezzone oh!! Questa è roba che dovrebbe stare su rivista undici… Bello e interessante… st’anno sulla juve avevi scritto poco e niente ma con questo hai recuperato… poillice in su!!

  3. Direi che hai raccontanto bene gli ultimi due anni di Allegri alla Juve. Confesso che sono stato tra quelli scettici all’inizio, ricredutomi poi. Non solo un personaggio particolare ma anche un tecnico preparato e che sa il fatto suo. Lo definirei un uomo che ne capisce di calcio ma non solo di calcio. Mi ha letteralmente conquistato, non solo con i risultati ma anche con le sue conferenze stampa e le interviste (quella a Condò è da vedere).

    1. L’intervista a Condò è bellissima. L’avrò vista tipo due volte. Io non ero tra gli scettici inizialmente, anche se confesso che l’addio di Conte mi ha spiazzato. Sapevo che uno con la visione di Allegri ci serviva, ma non credevo si calasse così perfettamente nel mondo Juventus. Uno che ne capisce di calcio ma non solo, hai detto bene. Ciao Mario

  4. Storyteller. Riesci a rendere argomenti (anche distanti) piacevoli e interessanti. A volte vorrei un po’ del tuo stile apparentemente freddo (oserei dire angolassone) poi mi perdo in riflessioni e parentesi mai chiuse.
    p.s. La rima finale è un virtuosismo che ogni tanto è lecito farsi scappare. 🙂

    1. Mi ci perderei pure io in infinite parentesi, invece poi mi si trova tra una virgola e un punto. La rima nel finale non è voluta, cioè mi è uscita così, poi però l’ho lasciata, ci sta o è una cafonata?

  5. Sono appassionato di longform sportivi, anche molto critico direi, questo su Allegri è uno dei migliori che abbia mai letto. La scelta delle citazioni, le immagini, le gif, veramente bello, complimenti.

    1. Ciao Lino, grazie. Sono stato facilitato dall’uomo e personaggio qual è Max Allegri, e dalle imprese realizzate.

Leggi Successivo

Il mito di Buffon

Barra Laterale Scorrevole