Tipi esistenziali

Quando non mangio biscotti scrivo cose, anche romanzi.

Lascia un commento

Commenta come ospite.

  1. Aspettavo la tua opinione, è da quando esiste questo blog che ogni volta che esce un film di Woody poi nasce un post.
    Ti dirò, a me il film è piaciuto. O meglio, non è dispiaciuto. Certo nel finale si perde un po’, alcune scene sono un tantino forzate, però rimane lo stile Alleniano si respira.
    Secondo me siamo diventati leggermente cattivi e prevenuti nei confronti dei suoi film recenti, è vero che qualche cacata è uscita, però Blue Jasmine e Magic in the Moonlight valevano di gran lunga di essere visti.

    1. «Aspettavo la tua opinione, è da quando esiste questo blog che ogni volta che esce un film di Woody poi nasce un post».
      È vero, il post su Woody è quasi un rito. Quest’anno ho ritardato a vederlo.

      «Ti dirò, a me il film è piaciuto. O meglio, non è dispiaciuto. Certo nel finale si perde un po’, alcune scene sono un tantino forzate, però rimane lo stile Alleniano si respira».
      Anche a me il film non è dispiaciuto, Ale. Alla fine consiglio di vederlo.

      «Secondo me siamo diventati leggermente cattivi e prevenuti nei confronti dei suoi film recenti, è vero che qualche cacata è uscita, però Blue Jasmine e Magic in the Moonlight pur non essendo due capolavori valevano di gran lunga di essere visti».
      Sì siamo diventati tutti troppi critici e scassa cabbasisi verso Allen, forse colpa di alcuni film usciti giusto per il gusto di uscire. La verità è che Woody fa parte di una categoria a cui viene perdonato poco. Io comunque andrei sempre a vederli i suoi film.

  2. A me il film ha divertito molto, non capisco quelli che lo definiscono pesante, il film è pieno di battute taglienti, anche di spirito, secondo me è paragonabile a Match Point, anche come storia, certo il finale è troppo ottimista, a voler dire ruffiano, però ci può stare.

Leggi Successivo

Cuntintizza

L’ispirazione

Barra Laterale Scorrevole