Io, i libri (di carta) e la timidezza